Agriturismo

Giardino Sospeso

con servizio B&B a Combai di Miane in un contesto paesaggistico unico

Scopri le nostre stanze e i nostri servizi di room & breakfast: saremo lieti di donarti un soggiorno che non potrai dimenticare

Agriturismo Combai (Miane)

“Giardino Sospeso”

Agriturismo Miane | servizio B&B Miane

Piazza Squillace, 7, 31050 Combai di Miane (TV)
Tel.: +39 392 9299542
mail: info@giardinosospeso.it

Il Giardino Sospeso è un agriturismo che offre servizio di alloggio e b&b (room & breakfast) presso l’abitato di Combai di Miane.

Le camere fanno parte di un’ala dell’abitazione sita nel centro storico di Combai, costituita da un rustico di pietra completamente ristrutturato con l’uso di materiali naturali quali il legno e il cotto per i pavimenti, travi in legno per i soffitti, tele antiche di lino, cotone e canapa per gli arredi. Le camere dell’agriturismo, situate al pianterreno e al piano mansardato, godono di una bella illuminazione naturale, ciascuna con bagno privato. Esse si affacciano sul “Giardino Sospeso” e sul “Cortile Segreto” mentre la vista spazia dalle colline del prosecco alla vallata sottostante. Le stanze vogliono offrire ospitalità antica e senza televisore.

Agriturismo Combai con servizio di b&b (room and breakfast): Giardino Sospeso è il luogo ideale per il tuo soggiorno!

Scopri l'agriturismo

Agriturismo Combai
Le nostre camere

Novità, eventi, manifestazioni a Combai

Impressionismo – Convento di Santa Caterina

L’Impressionismo nel Convento di Santa Caterina si cala nella splendida cornice di Treviso ed è un’occasione speciale ed affascinante per incontrare la bellezza della città ed assaporare insieme il gusto della cultura artistica dell’ottocento.

Combai Vertical

La camminata Combai Vertical vi porterà dal centro di Combai a 395m slm, incastonato tra le colline del Prosecco e del Verdiso e, attraverso il bosco di castagni e poi bosco misto di carpini, faggi, abeti… fino a quota 1325 presso il rifugio Posa Puner.

Ti interessa leggere tutte le new e gli eventi passati del Giardino Sospeso?

Tutte le news

Combai

Tutta la bellezza del nostro paesaggio

L’abitato di Combai (Miane)

Con i sui 395 m. slm Combai è un paese di collina, un ‘Giardino Sospeso ‘nel tempo e nello spazio. Non è cambiato molto il suo abito da quando, qualche lustro fa, i ‘veneziani’ facevano le loro incursioni estive in soggiorni a ‘prendere le arie’.

Autunno a Combai

Combai è sinonimo di aria buona e vita salubre, un’immersione di natura, aiutato dalla sua posizione topografica, dalla presenza di un grande polmone d’ossigeno qual è il Bosco del Madean ad Ovest e la protezione del Monte Cesen a nord. Il paese, fatto di pietre vecchie ristrutturate, ha un’anima contadina che si tramanda coraggiosa da padre in figlio, con una dedizione alla terra che va oltre quel che da essa si può ricavare.

 

Combai conta circa 500 abitanti ed è posto a chiusura della Vallata, un tempo chiamata Val-Sana o Val Verde, su cui corre la Provinciale detta appunta del Combai, che collega Vittorio Veneto a Valdobbiadene. La sella è meta ambita di ciclisti sportivi e dilettanti, per la salita impegnativa ma non troppo che poi si distende lungo il crinale di Guia, tra un panorama di vigneti e castagneti unico nel suo genere (candidata a patrimonio Unesco), tra profumi soavi e aria pura e fresca che scende dal Cimon, dall’Endimione e dal massiccio del Cesen, che si configura come SIC e ZPS, sito di interesse comunitario e zona a protezione speciale.
Luogo e percorsi ideali anche per due ruote motociclistiche.

 

 

Un po’ di storia …

Il  nome Combai deriva, secondo alcuni da culmen vallis – il culmine della valle – contratto in convallis e poi in combai. I documenti antichi lo citano come Cambayo o Combaleum. Il termine in –ai, è tipico di alcuni locativi latini (Lentai, Marziai..) così frequenti nel basso Bellunese cui Combai è storicamente legato. A Sospirolo esiste un monte che ha lo stesso nome. Infatti fino al 1300 apparteneva al vescovo-conte di Belluno e Feltre e molti erano le vie collegamento, tra cui la “cavallera”, via storica che unisce – scavalcando il monte Federa e glissando attraverso il Cimon, San Gervasio di Lentai a Combai.

Le origini prendono il via a Pradamur, nel bosco del Madean, da un insediamento post romano che aggregò vari microvillaggi sparsi, per lo più arroccati nel “Torraz”, località presso Casale Vacca, a protezione dalle ondate barbariche della piana.

 

Dopo la costituzione del feudo e della contea di Valmareno, Combai ne ha seguito le sorti. La contea della Valmareno era tra le più organizzate, forti e rigide e per questo ha mantenuto sempre una certa autonomia sia rispetto il Vescovo di Ceneda, sia rispetto la Repubblica di Venezia che se la contesero per 255 anni. Era formata da dodici Ville o Comuni : Campea, Combai, Cison, Farrò, Gai, Miane, Premaor, Rolle, Tovena, Valmareno, Visnà, Vergoman.

All’arrivo di Napoleone, fece parte del Lombardo-Veneto, ceduto all’Impero Austroungarico e divenne con Miane, parte del Regno d’Italia nel 1861, come frazione ad amministrazione separata. Fu di nuovo occupata durante la prima Guerra Mondiale, dopo la disfatta di Caporetto e presso Legarfat, ebbe punto di arrivo della ferrovia a scartamento ridotto che partiva da Vittorio Veneto.

Borgo Colmellere (foto di Giovanni Carraro)

Ivi era situato anche il Cimitero, rimosso nel 1921 ed accorpato a Follina e l’ospedale da campo. Tra le vestigia, il sentiero delle vedette, che corre lungo la cresta del Moncader che separa il Comune di Miane da quello di Farra di Soligo e la Strada de la fan, che avrebbe dovuto arrivare fin sul Cesen, dov’era in progetto di installare un cannone a lunga gittata.

 

Oggi Combai è famoso soprattuto per la “Festa dei Marroni” e per essere un luogo perfetto per scoprire l’affascinante contesto delle Prealpi Bellunesi (con il monte Cimon, 1438 m s.l.m. proprio a ridosso), ma anche come punto d’appoggio per una visita nel Parco Nazionale delle Dolomiti.

Agriturismo Combai “Giardino Sospeso” si colloca in questo contesto, fornendo al visitatore la possibilità di spostarsi in una terra ricca e rigogliosa, sia in estate che in primavera, quando il verde è il colore predominante, sia in autunno, dove le tonalità spaziano dal rosso al giallo, sia in inverno, quando la neve imbianca i pendii circostanti.

Muoversi a Combai e dintorni

Scopri il territorio

Condividi

Ti è piaciuto questo contenuto? Condividilo con gli amici!